Inter e Milan sognano il nuovo stadio, mentre San Siro torna grande in Champions… grazie all’Atalanta

Miracolo doveva essere, miracolo è stato. Lontano da Bergamo e dall’Italia, nel freddo di Kharkiv, l’Atalanta scrive la sua storia, e anche quella della Champions, qualificandosi agli ottavi di finale dopo aver perso le prime 3 partite. Era successo solo al Newcastle, che poi però affrontò un’altra fase ai gironi, mentre per la banda di Gasperini ora c’è subito la fase a eliminazione diretta. I gol di Castagne, Pasalic e Gosens hanno mandato ko lo Shakhtar, con Gasp che ringrazia quanto fatto a Zagabria da Pep Guardiola e Gabriel Jesus: un incastro perfetto. E meritato, per i nerazzurri.

DI NUOVO SAN SIRO – Una Champions con la valigia in mano, per il Papu Gomez e compagni: mai a Bergamo, la casa europea è a Milano. Più grande, più affascinante, con più storia. Ed è lì, dove ha ottenuto 4 punti in 3 partite (ko con lo Shakhtar, 1-1 col City e vittoria con la Dinamo), che la Dea si giocherà gli ottavi di finale di Champions, che a San Siro non si vedono da anni: il Milan, l’ultima volta, li ha disputati 5 anni fa, con Seedorf in panchina e perdendo 1-0 contro l’Atletico Madrid di Simeone e Diego Costa, di Godin e Arda Turan; l’Inter, invece, 7 anni fa, nel marzo 2012 (stagione iniziata con Gasperini in panchina), quando la squadra di Ranieri vinse in casa, 2-1, col Marsiglia, ma, complice l’1-0 del Velodrome, i nerazzurri vennero eliminati. Tra i rossoneri c’erano Taarabt, Essien e Poli, tra i nerazzurri, invece, Milito, Pazzini e… Poli. Un’era calcistica fa…

CHI SOGNA IL NUOVO, CHI SI GODE IL VECCHIO – Quindi San Siro rivedrà una fase a eliminazione diretta dopo lungo tempo e non ci sarà nessuno dei padroni di casa: il Milan manca proprio da 5 anni, l’Inter ha mancato la qualificazione nelle ultime due edizioni, dovendosi accontentare dell’Europa League sia con Spalletti, sia con Conte. E quindi, mentre le due milanesi inseguono e sognano il nuovo stadio, una nuova casa, una nuova dimora, l’Atalanta, lo studente fuori sede in affitto, si gode il vecchio, l’antico, l’usato ricco di fascino. E pieno di storia. Della quale, da ieri sera, fa parte anche la squadra di Gasperini. Che lunedì conoscerà la nuova squadra da affrontare, il nuovo limite da superare e una nuova pagina da scrivere. Lì, in quel San Siro, che tra qualche anno potrebbe non esserci più e che ha visto Champions e Palloni d’Oro, l’Atalanta vuole continuare a stupire. Lì, dove non riescono Inter e Milan, ci pensa, e ci prova, l’Atalanta del Gasp. ​

Roma, l’arrivo di Higuain sfumato per Lukaku

Roma, l'arrivo di Higuain sfumato per Lukaku

Secondo quanto riferito da Tuttosport, la trattativa per il passaggio di Gonzalo Higuain alla Roma è chiusa per «colpa» di Romelu Lukaku. Infatti, qualora l’attaccante belga fosse approdato alla Juventus, il Pipita avrebbe aperto alla cessione nella Capitale. Attualmente, però, l’argentino vuole giocarsi le sue carte in bianconero.

Sassuolo, UFFICIALE: un ex-Inter in prestito in B

Sassuolo, UFFICIALE: un ex-Inter in prestito in B

Il Sassuolo ha ufficializzato sul proprio sito web di aver completato la cessione in prestito all’Entella di Marco Sala, terzino classe ’99 ex-Inter arrivato in Emilia nell’ambito dell’operazione Sensi.

IL COMUNICATO
L’Unione Sportiva Sassuolo Calcio 
comunica di aver completato la seguente operazione di mercato:
Sala Marco (’99, difensore) ceduto a titolo di prestito alla Virtus Entella

Ag. D’Ambrosio: ‘L’Inter ha sempre rifiutato tutte le offerte per lui’

Ag. D'Ambrosio: 'L'Inter ha sempre rifiutato tutte le offerte per lui'

L’agente di Danilo D’Ambrosio, Vincenzo Pisacane, ha parlato al termine dell’incontro con l’Inter del futuro del giocatore confermando che è e sarà incedibile confermando anche l’intesa sul rinnovo.

RINNOVO – «L’Inter ha dimostrato di apprezzare tanto Danilo, c’è stato un grande riconoscimento da parte del club nerazzurro nei confronti del giocatore il che ci ha fatto enormemente piacere. Ne parleranno loro quando sarà ufficiale».

INCEDIBILE – «È sempre stato incedibile negli anni e soprattutto quest’anno. Non è mai stato sul mercato e ogni volta che io da procuratore ho portato delle offerte mi è sempre stato detto che era incedibile.Si trova molto bene all’Inter, specialmente in questa squadra che può ambire a fare cose importanti. C’è un allenatore carismatico e vincente. È qui da tanti anni e ora è il momento di fare cose importanti».

Il Torino torna a parlare con l’Inter per un terzino

Il Torino torna a parlare con l'Inter per un terzino

Con la trattativa per Mohamed Fares della Spal che sembra destinata ad arenarsi, il Torino è tornato a guardarsi intorno alla ricerca di un terzino sinistro. Tra i giocatori seguiti dal direttore sportivo granata Massimo Bava c’è sempre Federico Dimarco, che è in uscita dall’Inter.

Dimarco non è una priorità per il Torino ma viste le difficoltà nell’arrivare ad altri obiettivi di mercato, la società granata alla fine potrebbe decidere proprio di puntare sul giocatore che nell’ultima stagione ha vestito la maglia del Parma.

Un negozio online di maglie calcio personalizzate. Troverai tutte le magliette personalizzate e gli abiti da allenamento di tutti maglie calcio Inter Milan poco prezzo