Il Torino torna a parlare con l’Inter per un terzino

Il Torino torna a parlare con l'Inter per un terzino

Con la trattativa per Mohamed Fares della Spal che sembra destinata ad arenarsi, il Torino è tornato a guardarsi intorno alla ricerca di un terzino sinistro. Tra i giocatori seguiti dal direttore sportivo granata Massimo Bava c’è sempre Federico Dimarco, che è in uscita dall’Inter.

Dimarco non è una priorità per il Torino ma viste le difficoltà nell’arrivare ad altri obiettivi di mercato, la società granata alla fine potrebbe decidere proprio di puntare sul giocatore che nell’ultima stagione ha vestito la maglia del Parma.

Un negozio online di maglie calcio personalizzate. Troverai tutte le magliette personalizzate e gli abiti da allenamento di tutti maglie calcio Inter Milan poco prezzo

Inter, sì al rinnovo di D’Ambrosio. L’ag.: ‘È sempre stato fra gli incedibili’

Inter, sì al rinnovo di D'Ambrosio. L'ag.: 'È sempre stato fra gli incedibili'

Danilo D’Ambrosio è sempre più importante nella nuova Inter di Antonio Conte e per lui il club nerazzurro ha iniziato a trattare anche il rinnovo del contratto in scadenza oggi il 30 giugno 2021.  In sede è arrivato lo storico agente Vincenzo Pisacane e si arriverà presto ad un accordo per un prolungamento del suo contratto di un anno che sposterà la nuova scadenza al30 giugno 2022.

RINNOVA – Al termine dell’incontro l’agente di D’Ambrosio ha confermato l’accordo per il rinnovo: «Sarà l’Inter a comunicare il rinnovo, fa piacere l’ennesimo apprezzamento della società al suo sesto anno di nerazzurro. L’Inter ha dimostrato di apprezzare tanto Danilo, c’è stato un grande riconoscimento da parte del club nerazzurro nei confronti del giocatore il che ci ha fatto enormemente piacere».

INCEDIBILE – «Si fa fatica a non andare d’accordo con una figura vincente come Conte. È sempre stato incedibile negli anni e soprattutto quest’anno. Non è mai stato sul mercato e ogni volta che io da procuratore ho portato delle offerte mi è sempre stato detto che era incedibile.Si trova molto bene all’Inter, specialmente in questa squadra che può ambire a fare cose importanti. C’è un allenatore carismatico e vincente. È qui da tanti anni e ora è il momento di fare cose importanti».

Siamo un negozio online di maglie calcio poco prezzo. Troverai tutte le magliette personalizzate e gli abiti da allenamento di tutti maglie calcio Inter Milan personalizzate

Clamoroso Napoli: De Laurentiis sfida l’Inter per Dzeko

Clamoroso Napoli: De Laurentiis sfida l'Inter per Dzeko

Stando a quanto riportato da Sportmediaset, il Napoli ha preso informazioni con la Roma per Edin Dzeko. Il giocatore bosniaco è grande obiettivo di mercato dell‘Inter.

Stai cercando qualche maglie calcio Inter Milan personalizzate in generale? Acquista maglie calcio a poco prezzo online? Benvenuti nel negozio di replica online dove troverai maglie da calcio dell’ultima stagione 2018-2019 con molte novità e la gamma più completa con le migliori offerte sulle maglie da calcio economiche 2019/2020 per uomo, donna e bambino, maglie da calcio replica maglie da calcio esatte ed economiche come quelle ufficiali o repliche di qualità tailandese.

Inter, ecco la verità: sms tra Icardi e Paratici scoperti da Zhang & co

Inter, ecco la verità: sms tra Icardi e Paratici scoperti da Zhang & co

Mauro Icardi fuori dall’Inter non solo per problemi con il resto dello spogliatoio. Come scrive la Gazzetta dello Sport, Zhang e i dirigenti nerazzurri hanno intercettato, lo scorso gennaio, uno scambio di messaggi tra l’ex capitano nerazzurro e il Chief Football Officer della Juventus, Fabio Paratici.

Un negozio online di maglie calcio a poco prezzo. Troverai tutte le magliette personalizzate e gli abiti da allenamento di tutti maglie calcio Inter Milan personalizzate

Spalmania: Fares all’Inter, che regalo!

Spalmania: Fares all'Inter, che regalo!

Ci manca solo la cessione di Fares per completare un mercato cessioni da incubo. Dopo Bonifazi, Antenucci e soprattutto Lazzari, anche il gemello della fascia sinistra potrebbe dire addio a Ferrara. E la cessione dell’ex Verona, tra i giocatori più importanti della seconda metà di campionato, aprirebbe un altro vuoto in una rosa che sta uscendo martoriata dai primi mesi di mercato.

La possibilità di inserire Dimarco nell’affare non indora la pillola, perché l’esterno ex Parma resta un’incognita dal punto di vista fisico e non offre le giuste garanzie ad una squadra che sta perdendo lentamente tutti i suoi leader. A queste condizioni, Fares sarebbe un grosso regalo all’Inter, che potrebbe portare a casa un giocatore di assoluto valore per il 3-5-2 di Conte, a fronte di una contropartita non altrettanto affidabile.

Come spesso ripetuto in queste pagine, però, bisogna avere la forza di dare fiducia ad una società che non ha quasi mai sbagliato le proprie scelte in questi ultimi anni. Certo, di settimana in settimana si fa sempre più difficile non lasciarsi andare allo sconforto, ma non è questo il tempo delle polemiche…

Inter, Esposito e quel no al PSG: ‘Ho sempre sognato questa maglia! Conte…’

Inter, Esposito e quel no al PSG: 'Ho sempre sognato questa maglia! Conte...'

E’ stato una delle più belle sorprese del precampionato dell’Inter: con un Conte che, almeno per il momento, non ha avuto gli attaccanti che sognava, e sogna ancora, Lukaku Dzeko, l’allenatore nerazzurro si è affidato a chi c’era già, più a un giovane di bellissime speranze, Sebastiano Esposito. Un’International Champions Cup in crescita per il classe 2002, con la ciliegina sulla torta di quello splendido assist a Sensi nella sfida coi vicecampioni d’Europa del Tottenham. E oggi, Esposito, si racconta a la Gazzetta dello Sport: «Innanzitutto è giusto ricordare che mi sento un giocatore della Primavera, lì tornerò a giocare. Detto questo, è una bella esperienza allenarmi con così tanti grandi campioni, da loro posso imparare tanto. Cerco sempre di dare il massimo e di ascoltare i consigli dell’allenatore».

SU CONTE – «È un grande tecnico, uno dei primi tre al mondo. Di lui mi hanno colpito il carisma e la grande personalità».

L’ASSIST A SENSI – «A noi attaccanti Conte chiede questo, chiede determinati passaggi e determinati movimenti. Li proviamo in allenamento e poi tentiamo di metterli in pratica in partita. Sono contento che l’assist mi sia venuto così, Sensi si è liberato bene e io gli ho dato la palla nella maniera giusta».

SUL PSG E IL RINNOVO – «Perché sono rimasto? Semplice: ho sempre voluto questa maglia, fin dall’inizio della mia carriera. Il mio desiderio era restare».

SULLA FAMIGLIA – Il nonno giocava nei dilettanti, il papà nelle giovanili del Napoli, i due fratelli uno nel Chievo e l’altro nell’Inter: «E poi c’è pure mio zio materno: anche lui ha giocato nelle giovanili nel Napoli. Ma non c’è un segreto, evidentemente nella famiglia Esposito si cresce a pane e pallone. Abbiamo il calcio nel dna, tutti siamo cresciuti con la voglia di diventare calciatori professionisti. A mio fratello più grande ruberei la tecnica, al più piccolo il colpo di testa».

SULLA PROSSIMA STAGIONE – «Innanzitutto avrei ancora l’età per giocare nell’Under 18 e quindi mi vedo sia nell’Under 18 che nell’Under 19. Poi è chiaro: spero di continuare ad allenarmi con la prima squadra, è la maniera migliore per crescere. Sarà di sicuro una stagione stimolante: mi farò trovare pronto».